ESTI


scroll down for english version
ESTI
laboratorio e azione pubblica con non professionisti
conduzione laboratorio e coreografia Paola Bianchi
musiche Fabrizio Modonese Palumbo




ESTI può essere rivolto a:
ragazze e ragazzi
adulti
ipovedenti e non vedenti*
Esti, in greco antico è la forma della terza persona dell’indicativo del verbo essere. Una affermazione, una dichiarazione di esistenza, una asserzione apofantica.
Le indicazioni verbali verranno semplificate e “consegnate” a un gruppo di persone che vorrà mettersi in gioco per la creazione di una azione pubblica. È previsto un laboratorio con i partecipanti finalizzato a un’azione pubblica in spazi non teatrali.

ESTI
* laboratorio e azione pubblica con ipovedenti e non vedenti
conduzione laboratorio e coreografia Paola Bianchi
assistente Marta Bichisao
musiche Fabrizio Modonese Palumbo
disegno luci Paolo Pollo Rodighiero

ESTI prevede una fase laboratoriale di confronto e indagine sulla possibilità di trasmissione del movimento nella più completa assenza di visione di colui che trasmette. Il corpo del maestro e il suo modo di muoversi nello spazio, anche in assenza di azione coreografica, possono infatti trasmettere una qualità di movimento. Cosa accade quando la possibilità di visione viene a mancare completamente? I suoni e le luci possono guidare un orientamento collettivo all’interno dello spazio d’azione? Come si sviluppa la consonanza tra chi agisce in assenza di visione?
Il laboratorio si concluderà con una performance.

________________________________________________________________________


english version

ESTI
workshop and public action for non-professional dancers
workshop and choreography Paola Bianchi
music Fabrizio Modonese Palumbo




ESTI is targeted at:
young people
adults
blind and low vision people*
ESTI is the ancient greek of the third person simple present of to be. A statement, a declaration of being, an apophantic claim.
A simplified version of the verbal choreography will be given to a group of people willing to put themself out there to create a public performance to be staged in non-theatrical spaces.

ESTI
* workshop and public action for blind and low vision people
workshop and choreography Paola Bianchi
assistant Marta Bichisao
music Fabrizio Modonese Palumbo
lights Paolo Pollo Rodighiero

This workshop aims to examine the possibility of transmitting the movement in a context of total absence of vision. Can the body of the choreographer and its movements within the space, even outside a possible choreography, still impart informations? What does happen when vision is totally denied? This workshop could end with a public performance.















































Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

progetto vincitore del Bando Residenze Coreografiche Lavanderia a Vapore per il 2019 ...