OtherNess


english version below
OtherNess
coreografia e danza Paola Bianchi 
musiche Fabrizio Modonese Palumbo
disegno luci Paolo Pollo Rodighiero
tutor Roberta Nicolai
sguardo esterno Ivan Fantini
residenze artisitche Teatro Felix Guattari | Masque Teatro
produzione PinDoc 
in coproduzione con Teatri di Vetro 
si ringrazia Santarcangelo Festival, Milano Mediterranea, Rumori Sinistri ODV/Casa Gallo
con il contributo di Mic e Regione Sicilia

ph. Valentina Bianchi

Cosa significa ripercorrere alcune tappe che hanno segnato il progetto ELP? 
Cosa può portare la reimmersione nei materiali generati dalla ricerca sulle immagini, dimenticandosi delle immagini, andando oltre quel fuoco originario per scavare la cenere che forse nasconde ancora brace ardente? Quegli spazi chiusi che hanno arginato il corpo ora cercano un’esplosione, esigono una messa a fuoco del corpo fuori dai confini. Non si tratta di scavare nelle forme ma di liberare le forme deformandole, uscendo dallo spazio che le contiene. OtherNess allora non è un’immersione negli archivi ma è la polvere che riveste gli archivi, è quella sostanza che si riproduce inesorabilmente malgrado noi.


______________________________________________________________________________


english version

OtherNess
choreography and dance Paola Bianchi
music Fabrizio Modonese Palumbo
light design Paolo Pollo Rodighiero
tutor Roberta Nicolai
outside perspective Ivan Fantini
artistic residencies Teatro Felix Guattari | Masque teatro
production PinDoc 
a coproduction Teatri di Vetro
thanks to Santarcangelo Festival, Milano Mediterranea, Rumori Sinistri ODV/Casa Gallo
with the contribution of Mic and Regione Sicilia

ph. Valentina Bianchi

What does it mean to retrace some of the steps that have marked the ELP project? 
What can re-immersion in the materials generated by the research on images bring, forgetting the images, going beyond that original fire to dig out the ashes that perhaps still conceal burning embers? Those closed spaces that have contained the body now seek an explosion, they demand a focus on the body outside the lines. It is not a question of digging into the forms but of freeing the forms by deforming them, leaving the space that contains them. OtherNess, then, is not an immersion in the archives, but the dust that covers the archives, the substance that inexorably reproduces itself in spite of us.


















































































































Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Paola Bianchi appartiene a una generazione di autori della danza contemporanea che sta fra i cosiddetti “pionieri” degli anni Ottanta e gl...